Chi Siamo

L’Associazione della Stampa Estera in Italia nasce nel 1912 allo scopo di offrire servizi ed assistenza ai corrispondenti dei giornali stranieri in Italia. L’Associazione è la più grande organizzazione di corrispondenti esteri nel mondo. (oltre 800 organi di informazione e 54 paesi rappresentati). leggi tutto >>

Contatti

Via dell'Umiltà 83/C
00187 Roma
Tel: 06-675911
Fax: 06-67591262
segreteria@stampa-estera.it
redazione@stampa-estera.it

Ricerca Soci

Cognome: 
Testata: 
 

Organi Associazione

 

 

 

 

STORIA DEL GLOBO D'ORO

Nel 1959, un gruppo di giornalisti stranieri iscritti all'Associazione e capitanato da tre firme prestigiose, John Francis Lane, Melton Davis e Klaus Rhüle - quest'ultimi due purtroppo scomparsi, decisero di rendere omaggio al Cinema Italiano in quel momento al vertice del suo splendore, creando un Premio Cinematografico sulla scia dei Golden Globes di Hollywood.

L'anno 60 sarebbe diventata, commentava più tardi John Francis Lane, un'annata memorabile per il cinema italiano, la migliore senz'altro da quella stagione post-bellica che aveva rivelato al mondo il cinema neorealista. Tra Cannes e Venezia si avrebbe visto, pur tra contestazioni, il trionfo di tre capolavori "L'avventura" di Antonioni, "Rocco e i suoi fratelli" di Visconti," La Dolce vita" di Fellini".

I giornalisti della Stampa Estera avevano del resto già partecipato di prima persona in uno film di William Wyler "Vacanze Romane" film celebre dove un nostro collega "finto" interpretato da Gregory Peck era tra i giornalisti stranieri "veri" che accoglievano la principessa (Audrey Hepburn).

La prima Premiazione avvenne a l'Hotel Excelsior nel 1960. Cinque film erano nell'elenco dei candidati al Premio.. e che film! "La grande guerra" di Monicelli. "Il generale della Rovere" di De Sica, (due film che avevano diviso il Leone d'Oro a Venezia), "La notte brava" di Bolognini, "L'Estate violento" di Zurlini, "Un maledetto imbroglio" di Germi. Vinse quest'ultimo.

Nel corso degli anni, il " Globo d'oro" si arrichiva del Premio alla migliore attrice, poi anche migliore attore. Klaus Rhüle era molto fiero della categoria "attrice rivelazione" . L'hanno ricevuto questo premio attrici come: Monica Vitti, Laura Antonelli, Mariangela Melato, Valeria Golino e molte altre.

Memorabile fu l'edizione 1981/1982 con la presenza a Cinecittà del Presidente Sandro Pertini circondato da tutto il cinema italiano e da tutti i Soci.

Il Globo d'Oro ormai affermato divenne un Premio di prestigio per il Cinema Italiano. Nel 1995, la sottoscritta creò il Premio alla carriera, poi nel 2001 il Miglior film Europeo. Oggi,

il Premio è considerato fra i tre più importanti d'Italia con i David di Donatello e i Nastri d'Argento.

Ma non dimentichiamo il valore culturale e la validità promozionale del "Globo d'Oro": Premio nato per contribuire alla migliore conoscenza del cinema italiano all'estero, inteso - diceva Klaus Rhüle - come componente insostituibile della realtà artistica, industriale e sociale del Paese.

Il compito dei giornalisti stranieri sembra andare in questa giusta direzione, visto che sono premiati con grande originalità e serietà i film meno visibili, più difficili, con contenuto sociali e culturali.

Elizabeth Missland- Direttore Artistico e Presidente Onorario dei Globi